Author Archives: admin

AL LAVORO!

L’11 Giugno è un giorno che non potremo dimenticare, mai. Un Gruppo fantastico, Un Cuore in Comune, mesi e mesi di lavoro, impegno, amicizia, momenti di sconforto e tantissimi momenti di ilarità e gioia. Un percorso che ci ha legati, giorno dopo giorno, e ci ha dato consapevolezza nei nostri mezzi.

Non ci sono parole per descrivere la gioia.

Ma vogliamo spendere alcune parole per quella che da ieri è la nostra sfida più importante: Amministrare.  Lo faremo con la genuinità che ci contraddistingue, senza filtri. Lo faremo con il solo obiettivo di portare Romano allo splendore che merita. Lo faremo con il buon senso, con la volontà di appianare i contrasti del passato, allacciare un rapporto partecipativo con le minoranze, e tornare alla serenità dei rapporti tra le persone. Dobbiamo, tutti, guardare avanti… guardare al nostro futuro, al futuro delle generazioni che verranno. Credere tutti fermamente che è proprio dalla dialettica tra idee e programmi, che a volte si contrappongono, dal confronto tra coloro che pensano diversamente, che trae alimento la democrazia, maturano le società, si consolidano le comunità.

Noi ce la metteremo tutta, e il vostro giudizio sarà il nostro stimolo per prendere le giuste e sagge decisioni per la Comunità; perchè il Sindaco, Simone Bontorin, sarà il Sindaco di Tutti, consapevole del ruolo che deve essere esercitato con costante prudenza dei comportamenti, umiltà ed equilibrio nelle scelte, nei linguaggi e nella creazione di unità e solidarietà. 

Intanto, il nostro lavoro è cominciato. Alcuni giorni per conoscere il “capitale umano” della macchina amministrativa, per avere una limpida visone d’insieme, e poi presenteremo la squadra.

Un’immenso Grazie ai Cittadini; il Domani di Romano comincia Oggi.

Simone Bontorin e il Gruppo di Un Cuore in Comune


BLA BLA BLA

E il panico prese il sopravvento … il Consigliere Ronchi, candidato Sindaco per l’attuale Amministrazione, continua imperterrito sulla via maestra de ne spariamo una al giorno … e per fortuna mancano poche ore al silenzio elettorale.

Ci delizia così con l’ennesimo attacco frontale, il seguente:

“Tra le varie iniziative inserite nel programma dalla lista capeggiata da Bontorin (peraltro scopiazzato dal NOSTRO) è stata aggiunta una non piccola differenza: il requisito dell’ISEE!”

Insomma comunica ai pochi che lo seguono che noi avremmo “scopiazzato” il suo Programma. (RISATA)

Paradossalmente, nell’ultimo mese, ci siamo chiesti NOI per quale strana coincidenza il Consigliere Ronchi tirava fuori dal cilindro cose già sentite (da NOI); ma il nostro “stile” è diverso, e siamo andati oltre.

Tanto esperto, tanto attento, da non sapere che i files hanno una data identificativa; e siccome noi parliamo con i fatti e non con le sparate da avanspettacolo, ecco le prove:

Come vedete, CASUALMENTE, il loro programma è stato prodotto un giorno dopo del nostro (25 ore per scopiazzare forse???)

Riguardo poi ai REQUISITI ISEE, che altrettanto CASUALMENTE sono spuntati tra le linee programmatiche di Massimo Ronchi, invitiamo a non insistere nel giocare con l’intelligenza dei Cittadini, perchè è davvero di cattivo gusto continuare a trattare le persone come fossero incapaci di intendere. Tanto più che proprio nel portale del Comune campeggia il Bando regionale sui Bonus Scuola, parametrati proprio al criterio ISEE (LINK). Ci chiediamo se Massimo Ronchi durante l’aperitivo con il Governatore gli abbia proferito la stessa lezioncina. Bella coerenza!

Le SOGLIE ISEE  le decideremo NOI, e potranno rientrarci tutti i soggetti che il Candidato ha preso ad esempio, senza parlarvi (furbescamente) dell’importo della soglie.

Per finire, una cosa ci sentiamo di scrivere per rassicurarla, esimio Candidato Ronchi … la salvaguardia delle API (quindi del destino dell’intera natura umana), il suo “cavallo di battaglia” programmatico, la delegheremo a lei, se vorrà aiutarci.

#SCEGLIDICAMBIARE


VERGOGNA!

Temavamo sarebbe successo … ed è successo.

Non bastavano le svastiche sui nostri cartelloni .. Oggi stanno recapitando nelle vostre case un VOLANTINO FALSO, con lo scopo di delegittimarci al cospetto dei nostri Concittadini

Ecco chi sono i nostri AVVERSARI, cari Concittadini … ecco il clima politico di Romano. Lo Status Quo che si ribella al cambiamento che ormai è a un passo. Sappiamo anche che da stasera prenderanno le distanze, saranno solidali, addirittura indignati … poi, in privato, gongoleranno dalle risate. Li stiamo denunciando, su stampa e alle forze dell’ordine. Vi aggiorneremo …

CHIEDIAMO A TUTTI MASSIMA SOLIDARIETA’

 


IL VALORE DELLA LIBERTA’

Cara Elettrice, caro Elettore

Domenica prossima 11 Giugno potrai SCEGLIERE DI CAMBIARE

Cambiare per rialzare la testa, VOTARE per un entusiasmante insieme di Ideali che si trasformerà in azioni concrete, per Romano, per le Tue terre … il valore della Libertà, la Tua Libertà.

La Libertà di Scegliere di Cambiare, dopo troppi anni di “sedazione”, conflitti e imbarazzante gestione della macchina amministrativa.

Siamo una LISTA CIVICA, senza simboli, senza padroni e senza padrini, mossa esclusivamente dal BUON SENSO

Siamo un Gruppo coeso di persone libere di pensare e agire. E la libertà fa paura; fa paura a chi vuole piegarci e piegarTi la schiena, perché è quel valore che sfugge al controllo di chi pensa di poter fare di una Comunità un proprio feudo personale.

Siamo forti e competenti, siamo in tanti, perchè sentiamo sempre più affetto e fiducia intorno a noi … un anno e mezzo di duro lavoro fatto di Passione, Umiltà, Perseveranza, Contenuti.

Siamo un fiume in piena, ad un passo dal rompere gli argini sollevati in questi tredici anni dai responsabili di una mediocre Amministrazione

Siamo Lavoratori, non arrampicatori Politici, non ci nomineremo mai Direttori Generali (vero Massimo Ronchi?); noi, non viviamo e non vivremo di Politica … per questo, ancora più Liberi, perchè il nostro obiettivo sarà il bene comune, non la difesa del nostro status.

Possono dire la stessa cosa i nostri avversari?

Loro, quelli che si permettono di proporTi la “continuità“, amici di Lia Sartori e di Galan, e Loro, quelli contro il cancro dei partiti, la nuova forza di Romano (o la forza nuova di Romano); quelli che scalpitano per una foto col Governatore o che, apartitici, chiamano un certo Berlato in soccorso, per parlare ad una platea di una dozzina di persone.

Loro, quelli dell’asino e del “Comune normale”, dei Consigli Comunali nelle stalle, che dicono di avere l’esperienza amministrativa e le competenze per guidare un Comune di 15.000 abitanti, solo per essere stati seduti 13 anni tra i banchi del Consiglio; senza parole.

Loro, gli stessi che hanno portato Romano ad un indebitamento certificato dalla Corte dei Conti pari al 213%, soffocando lo sviluppo del nostro territorio.

Loro, che in tredici anni di campagne elettorali, per convincerTi, Ti hanno promesso la Cittadella dello Sport, un Nuovo Municipio, il Centro Diurno Anziani, Tunnel di Spin, Rotatorie, Anfiteatro in valle … per poi lasciarTi con un pugno di mosche. (LINK1) (LINK2)

Loro, che hanno speso quasi 8.000.000 di Euro (otto milioni) di Noi Cittadini per un Centro Eccellenza diroccato e lasciato al degrado (LINK), per Villa Negri, per la Fornace Panizzon … ci sei mai stato in questi posti?

Loro, che pensano che le piste ciclabili, scollegate tra loro, siano il palliativo all’incompetenza di chi non sa vedere oltre ai propri limiti.

Loro, che sbandierano trasparenza, ma da anni, coscientemente e volutamente, pur con due richiami del Prefetto, non mettono mano al Regolamento del funzionamento del Consiglio Comunale, ILLEGITTIMO, che impedisce alle minoranze di presentare Mozioni.

Loro, quegli degli “strani” incarichi all’Arch. Carta (LINK), tecnico vicino a Lia Sartori.

Loro, quelli del “a mia insaputa“, che non si sono accorti di un “Lotto dei Miracoli” a Fellette (LINK

Loro, che non sanno più come contenerci e contenerTi. Quelli degli insulti (LINK). Non sanno più come arginare questa virale, inarrestabile voglia di Libertà e di cambiamento.

Loro, le due facce della stessa medaglia, così affiatati, ammiccanti, palesemente legati a doppio filo l’uno con l’altro e mossi dal comune intento di fermarci e fermarTI.

Loro, il paleolitico, condottieri della vecchia politica del poltronificio, tanto liberi da essere mossi dai fili di chi gli sta dietro, dai “sindaci ombra“, dai Partiti.

Per farlo, per fermarci, per fermarTi, nel vuoto dei contenuti, nella rincorsa a copiare le nostre linee programmatiche, non gli rimane che un’unica arma, il discredito. Stanno raccontando MENZOGNE.

Dicono che il Progetto della Medicina di Gruppo Integrata non potrà essere realizzato. Falso.

Dicono che i 480 Euro annui della nostra Romano Social Card sono un’elemosina; loro, in giacca e cravatta, così spocchiosi e lontani dalla Comunità, da non capire quanti nostri Concittadini versano in condizioni di disagio.

Dicono che porteremo a Romano gli immigrati. Falso.

Dicono che siamo “la lista di sinistra“, che siamo comunisti, brutti, cattivi, che mangiamo i bambini; perché ormai pensano di giocare a “chi la spara più grossa” e non sanno che altro dire per disperdere i voti, l’uno per favorire l’altro.

Sono arrivati alla bassezza più becera, spargendo voce che sostituiremo i nostri “nonni vigili” con gli immigrati; ridicoli e puerili.

Quante menzogne ancora da qui a Domenica?

Noi siamo più forti del loro discredito, e Ti diciamo, sinceramente: non credergli. Lo fanno per paura di gente Libera che non piega la schiena, che ha esclusivamente a Cuore il bene di Romano, senza interessi, senza filtri, senza compromessi, con la sola voglia di dare alla Comunità il Futuro che merita.

Stanno giocando con la Tua intelligenza, senza rispetto, incutendoTi paure che non esistono, pensando che Tu non sia in grado di capire, di ragionare e di reagire.

Non farTi prendere in giro, ascolta il Tuo cuore e la Tua testa .. lì loro non sono in grado di arrivare, perché sanno mirare solo alla pancia, agli istinti; Ti parleranno sempre e solo di sogni irrealizzabili e di Sicurezza, creando nemici immaginari e preconfezionati per poi farTi credere che solo loro saranno in grado di proteggerTI.

Domenica è un giorno importante. Il giorno ideale per una rivoluzione democratica, in cui tutti Noi potremo liberamente, senza schemi e senza condizionamenti, riappropiarci del nostro Futuro.  

Ti chiediamo fiducia; noi ti promettiamo solennemente che ci impegneremo con passione e dedizione per costruire una Casa Comune degna del Valore immenso delle persone che vivono il nostro Territorio. Non comanderemo in due, ma vi guideremo in tanti; anche, se vorrai, con il Tuo aiuto e le tue idee, per noi preziose.

Grazie, di Cuore

#SCEGLIDICAMBIARE


TANTE CHIACCHIERE, MOLTI DEBITI

Si definiscono tanto ESPERTI. E chiedono a Voi Cittadini il voto, per Amministrare nel segno delle CONTINUITA’ per altri 13 anni.

Non vi dicono però che dal 2004, anno del loro insediamento, i livelli di Indebitamento del Comune di Romano sono schizzati alle stelle; nel 2012, la Corte dei Conti, ha dovuto intervenire per un livello di Indebitamento accertato pari al:

213%

Lo sapevate? No .. perchè ve l’hanno tenuto nascosto. Noi, opposizioni, abbiamo recuperato la Deliberazione … e vi facciamo leggere:

L’irregolarità derivante dallo sforamento di uno dei parametri di valutazione della deficitarietà appare, tuttavia, potenzialmente foriera di futuri pregiudizi, atteso che nel caso in specie l’entità rilevata (213%) ben potrebbe incidere in sede di mantenimento degli equilibri di bilancio del Comune e, più in generale, sulla sana gestione finanziaria, se lo stock complessivo del debito fosse confermato in sede di consuntivo e quindi si accertasse lo sforamento dello specifico parametro di deficitarietà. Ciò in relazione anche ai nuovi obblighi sanciti dall’art. 6 del D.Lgs. 149/2011 che prevede che “Qualora dalle pronunce delle sezioni regionali di controllo della Corte dei conti emergano, anche a seguito delle verifiche svolte ai sensi dell’articolo 5 del presente decreto e dell’articolo 14, comma 1, lettera d), secondo periodo, della legge 31 dicembre 2009, n. 196, comportamenti difformi dalla sana gestione finanziaria, violazioni degli obiettivi della finanza pubblica allargata e irregolarità contabili o squilibri strutturali del bilancio dell’ente locale in grado di provocarne il dissesto finanziario e lo stesso ente non abbia adottato, entro il termine assegnato dalla Corte dei conti, le necessarie misure correttive previste dall’articolo 1, comma 168, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, la competente sezione regionale, accertato l’inadempimento, trasmette gli atti al Prefetto e alla Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica”.

RISULTATO? NESSUNA OPERA

PUBBLICA PER I CITTADINI!

VOGLIAMO DAVVERO CONTINUARE COSI’??

Tutto questo, e molto altro, deve finire.

Domenica 11 Giugno #SCEGLIDICAMBIARE


QUESTA E’ ECCELLENZA?

Sarebbe questa l’Eccellenza dei nostri Amministratori … quelli che vorrebbero governare, nel segno della Continuità, per altri 13 anni ????

Il Centro di Eccellenza, all’interno dell’Area Fratelli, di Proprietà del Comune … 1.600.000 Euro spesi per ristrutturarlo ed ora ridotto così.

Chi ha pagato tutto questo???

Tutto questo, e molto altro, deve finire.

Domenica 11 Giugno #SCEGLIDICAMBIARE


SIAMO ALLE SOLITE …

In riferimento al redazionale di Bassanonet.it del 22/05/2017, sono obbligatorie alcune puntualizzazioni.

Innanzitutto ci rincresce aver dovuto constatare che alcuni candidati dell’amministrazione uscente,  nel fare campagna elettorale, abbiano “appiccicato” illegalmente volantini sui parabrezza delle autovetture; ci rincresce che i loro manifesti elettorali ritraessero due volti anziché uno, e che quindi siano già da subito contravvenuti sia a regolamenti da loro stessi deliberati che alle leggi nazionali che regolano la materia. Ancora di più ci rincresce che la loro scorrettezza non sia insita nelle sole azioni di volantinaggio o di affissione, ma che miri a destabilizzare il libero pensiero dei Cittadini di Romano d’Ezzelino con dichiarazioni nelle quali si fanno paladini di una difesa del territorio dall’invasione migratoria (che peraltro trova riscontro in qualsiasi altra compagine politica ora in lizza a Romano), arrivando a dichiarare: “[…] Per questo abbiamo detto ufficialmente “no” allo Sprar, per evitare l’invio a Romano di falsi profughi. Non ne abbiamo neanche uno e non ne vogliamo. Se vincessero le altre liste, che si sono già espresse favorevolmente al riguardo, di falsi profughi ne arriveranno 43.

In Consiglio Comunale, in data 26 Aprile 2017, è stato discusso l’ordine del giorno:  “NO ALL’IMMIGRAZIONE SELVAGGIA E AL MERCATO DELLA FINTA ACCOGLIENZA, SI ALLA SICUREZZA E ALLA (VERA) SOLIDARIETA'”. Ordine del giorno accolto con, 15 Voti Favorevoli, 0 (zero) Contrari ed 1 astenuto (il Vicesindaco, per la cronaca). Ecco il verbale ufficiale del Consiglio Comunale:

E rimandiamo a quanto scritto correttamente sul Giornale di Vicenza (vedi articolo LINK)

In sostanza, NOI, abbiamo votato compatti ed abbiamo votato in linea con quanto fatto dalla maggioranza. Ergo: Massimo Ronchi ha dichiarato il falso.

Oltre alle chiacchiere ed alle fandonie, questi signori non sanno andare. Ci siamo attivati, abbiamo preso in esame l’intero territorio e lo abbiamo studiato a fondo, rilevando che a Sacro Cuore, nel cantiere SIS della Pedemontana esiste un’area attrezzata con sottoservizi e con alloggi che si renderanno disponibili appena l’opera viaria si avvierà al termine; un villaggio voluto da loro e concesso da loro … non potrebbe essere forse quella un’area “appetibile” per la collocazione di richiedenti asilo? Sappiamo dell’esistenza di  un piano di conversione/dismissione dell’area… ma ce ne hanno raccontate tante, ce ne stanno raccontando tante, e ormai non gli crediamo più! E’ già successo che in Consiglio Comunale dicessero che non si possono occupare dell’argomento in quanto non di loro competenza… come è stato per non discutere della Superstrada a pagamento Valsugana (fermata anche grazie a noi)! Ecco, noi garantiamo, e lo faremo coi fatti, che bloccheremo qualsiasi progetto presente o futuro che miri al recupero di tali aree per far confluire migranti o profughi.

Parola di gente che ha a Cuore il Comune!


Mentono, sapendo di Mentire

Potevamo escludere, in quanto politici che bramano di più la poltrona e il potere piuttosto che il bene di Romano. Potevamo escludere, perchè da molto tempo presenti nelle scena politica del nostro comune (dal 1990 l’uno e dal 2004 l’altro) eccezion fatta per una presenza in Consiglio Comunale e nelle Commissioni molto, molto scarsa. Potevamo escludere perchè la voglia di vendetta e la smania di protagonismo, di certo non portano un Comune alla serenità e alla “normalità” (parola che poi non ha nemmeno un significato specifico oggigiorno).

Ma NON lo abbiamo fatto. Abbiamo deciso fin dall’inizio di incontrare (qualora dall’altra parte ce ne fosse stata la reale volontà) DAVVERO TUTTI. Lo abbiamo fatto anche con loro, i maestri della menzogna e del mettere “l’uno contro l’altro“. Li abbiamo invitati tramite lettere personali (ne abbiamo le prove) e li abbiamo sentiti telefonicamente (e ne abbiamo le prove) ma la risposta è sempre stata di totale NON interesse per il nostro progetto (per non proseguire oltre…).

Dopo però essersi accorti di averci sottovalutato, hanno cercato di rimediare organizzando “incontri carbonari“, con lo scopo di dividere anziché unire; non ci siamo “cascati”, come successe nel 2012. Alla fine, ora, sono arrivati al dunque: la sete di distruggere, la voglia di disperdere voti, quasi a legittimarsi in qualità di Lista di disturbo nata ad uso e consumo della Lista dell’attuale Amministrazione, sotto la flebile motivazione di “ripristinare la normalità” (la loro naturalmente…).

Possono pure “accusarci” di essere una “lista PD e di centrosinistra” ma la realtà è che abbiamo incontrato CHIUNQUE sia intenzionato a dialogare con noi. Dunque SI’ abbiamo incontrato esponenti politici di centrosinistra e di centrodestra (forse addirittura di più questi ultimi) ma anche Sindaci dei Comuni limitrofi, tecnici, burocrati, attivisti 5 Stelle e ripetiamo CHIUNQUE possa consigliarci e aiutarci un domani a SBLOCCARE questa situazione di immobilismo che circonda Romano d’Ezzelino, oramai, da troppo tempo. Lista Civica non significa stare fuori dal mondo, non significa non aver contatti con la politica, men che meno “sputare” addosso a tutto quello che di buono c’è ancora nelle persone che fanno politica per passione e non per soldi o potere.

Continueremo a incontrare la gente, le associazioni e molte altre persone ancora, sempre a testa alta e senza MAI NASCONDERCI, perchè a giudicare devono essere i cittadini di Romano d’Ezzelino che saranno chiamati a decidere se mantenere questo status quo (di cui LORO fanno parte e ne perpetuano il mantenimento) oppure CAMBIARE affidandosi e fidandosi di persone, nate a Romano d’Ezzelino, che oltre alla TESTA ci mettono anche il CUORE.

Concludiamo con una semplice ma alquanto palese considerazione: ogni volta che queste “persone libere” scendono in campo, non fanno altro che “aiutare” questa amministrazione (che non ha MAI goduto della maggioranza assoluta dei propri cittadini), questione di numeri e di opportunità oppure anche questioni economiche da risolvere?

Meditiamo gente… meditiamo!


NOI ABBIAMO SCELTO, E TU?

E’ tempo di Cambiare!

Noi abbiamo scelto, e tu?

La presentazione del nostro Candidato Sindaco, Simone Bontorin, visto dai Media:

RETE VENETA

 

Giornale di Vicenza

(CLICCA QUI PER VISUALIZZARE L’ARTICOLO)


Presentazione Candidato Sindaco

Giovedì prossimo 6 Aprile, alle 20.45, presso la sala comunale di Sacro Cuore,

presenteremo alla Cittadinanza ed alla Stampa, ufficialmente, il Candidato Sindaco di “Un Cuore in Comune“.

Sarà un’assemblea pubblica di presentazione e ascolto, durante la quale parleremo con Voi di Romano e di Sacro Cuore.

Vi aspettiamo numerosi!


BUONA LA PRIMA!

La prima uscita ufficiale di “un Cuore in Comune

Il primo di una lunga serie di incontri di presentazione/ascolto con la Cittadinanza, Giovedì scorso 23 Marzo, presso la sala Comunale di Romano CAP.

Sala gremita e tanta tanta partecipazione “attiva“. Questo è il rapporto che vogliamo con i Concittadini: ascolto, dialogo, confronto.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE L’ARTICOLO DEL GIORNALE DI VICENZA

Stiamo lavorando per Romano, esclusivamente per il bene comune. Insieme ai Cittadini, sempre dalla loro parte.

Perchè #insiemesipuofare

Giovedì 30 Marzo alle 20.45 replicheremo presso la sala Comunale di San Giacomo.

Vi aspettiamo numerosi!

GALLERY DELLA SERATA:


IL NOSTRO UNICO OBIETTIVO: ROMANO

Vi aspettiamo numerosi Giovedì 23, alle 20.45, presso la sala Comunale di Romano Cap, in Piazza Cadorna.

Un Cuore in Comune” è una LISTA CIVICA, senza alcun vincolo di “appartenenza politica”, senza padroni e senza padrini.

Nella casa comune che abbiamo costruito, convivono diverse anime politiche, di centrodestra come di centrosinistra. Ma a noi, questo, non interessa; anzi, per noi è un VALORE AGGIUNTO. Perché nei Comuni, nella politica locale, si gioca un’altra partita; al fronte, come ultimo baluardo per la salvaguardia dei Territori e dei Concittadini, gli obiettivi sono “segnati” dal buon senso, non dalle linee di partito.

Ci siamo Uniti proprio per questo, lasciando volentieri agli altri, l’onere e l’onore di fregiarsi di simboli di partito.

E ci siamo Uniti perché siamo portatori sani di passione, entusiasmo e competenze; assieme, sotto un unico comune denominatore, il bene di Romano, affronteremo le elezioni a testa alta sapendo che ogni etichetta che ci verrà attribuita, sarà figlia della paura per un gruppo unico, coeso e vincente.

A Voi Cittadini chiediamo di “non cascarci”, e voltare finalmente pagina insieme a noi; ascoltate il vostro Cuore, giudicateci per quello che siamo e per quello che proponiamo, non per quanto gli “altri” continueranno nervosamente a riportarvi.

E’ vostro DIRITTO scegliere un futuro migliore, e risvegliare Romano dopo un incubo di 13 anni

Perché insieme … si può fare

#insiemesipuofare

#amoromano


LE PRIME DATE UFFICIALI: TU PUOI FARE LA DIFFERENZA…

“Un Cuore in Comune” si presenta ufficialmente alla  Cittadinanza, con quattro serate programmate secondo il calendario indicato, nelle 4 Frazioni di Romano.

  • Giovedì 23 Marzo ore 20.45 sala comunale di Romano capoluogo (vicino Farmacia, Piazza Luigi Cadorna)
  • Giovedì 30 Marzo ore 20.45 sala comunale di S. Giacomo (sopra sede ProLoco, via Generale G.Giardino)
  • Giovedì 6 Aprile ore 20.45 sala comunale di S. Cuore (sopra Scuola Elementare, via Lanzarini)
  • Martedì 11 Aprile ore 20.45 sala comunale di Fellette (sopra Farmacia, via Giovanni XXIII)

Scopo di queste serate, oltre ad una presentazione del gruppo Un Cuore In Comune, sarà l’ascolto e la raccolta di istanze, domande, preoccupazioni e tutto ciò che ogni singolo Cittadino si sente di dover dire, pubblicamente e liberamente, a chi si presenta per governare il nostro bel Comune di Romano d’Ezzelino.

Prendiamo alla lettera gli insegnamenti dei nostri genitori e nonni:

“Prima di Parlare si deve Ascoltare”

Vi aspettiamo numerosi.

Un Cuore In Comune

N.B.

I rappresentanti delle Associazioni (che non ancora sono state contattate) e i rappresentanti di categoria riceveranno a breve invito formale per una serata a loro dedicata.


DICONO LA VERITA’ E VENGONO QUERELATI

Non c’è cancello, serratura o chiavistello che voi possiate mettere alla libertà del mio pensiero” , recitava Virginia Woolf.

Non c’è Querela, aggiungiamo Noi!
Di cosa parliamo? Delle querele per diffamazione notificate ai nostri Consiglieri di Un Cuore in Comune; gentile regalo di Massimo Ronchi, il papabile Candidato Sindaco dell’attuale maggioranza.
Vi chiederete ora di quale orrendo atto diffamatorio parliamo. Semplice: l’aver riportato uno “scomodo” stralcio di un articolo del Giornale di Vicenza del 2008; aver osato riaccendere la memoria dei Cittadini, insomma.

Non ci stupiamo: dove non si arriva con le capacità, dove non si arriva con la Politica, si cerca di mettere il bavaglio con la querela. Ma si segni un appunto, sig. Massimo Ronchi: mettere a tacere Cuore in Comune è IMPOSSIBILE, perchè siamo in TANTI, siamo UNITI, siamo GUERRIERI, e perche abbiamo le palle per andare avanti a testa alta.

La LIBERTA’ DI INFORMARE è un DIRITTO; per Noi, che rappresentiamo democraticamente migliaia di Cittadini, è soprattutto un DOVERE.

Se per dimostrare la verità della nostra informazione, dovremo subire querele e affrontare processi, si sappia che vi fu chi, non protetto dal diritto, affrontò ben più pesanti e perfino cruente battaglie. Grazie a loro non vi sono più le segrete di un castello o di un carcere settecentesco, per non dire di forche e di ghigliottine. Per queste ragioni e per il rispetto nei confronti di chi ci ha regalato la LIBERTA’, Noi non possiamo “tacere” o “mollare”. Soprattutto non dobbiamo piegarci per rispetto e nell’interesse dei Cittadini di Romano.

Riportiamo alcuni passi dal Libro “La diffamazione mediatica”, del Consigliere di Cassazione Maurizio Fumo, un giurista vero, rispetto all’abuso della querela per diffamazione. Parlando di libertà di informazione: “…. Tanto meno dovrebbe essere consentito l’uso di questa facoltà per intimidire il giornalista, per indurlo a non scrivere altre notizie sgradite. Purtroppo ciò accade ed è un grosso problema per la libertà di stampa e per la democrazia”. Nel suo saggio, il Consigliere Fumo parla di “sussistenza del pericolo di strumentalizzazione della tutela della reputazione al fine di comprimere il diritto di cronaca e, ancor più il diritto di critica”.
In realtà in Italia siamo ben al di là del “pericolo di strumentalizzazione della tutela della reputazione”. Assistiamo a una vera e propria degenerazione di questo istituto giuridico della querela, nato per ben altri fini …  spesso querele e citazioni servono proprio a frenare la libertà di cronaca o ad intimidire

Noi, caro Massimo Ronchi, non ci piegheremo MAI; riporteremo, LIBERAMENTE, dieci, cento, mille articoli di Stampa, se lo riterremo utile per INFORMARE i CITTADINI di Romano. Noi sposiamo i contenuti dell’art. 4 della Costituzione Italiana per «un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società»; Noi, per tramite dei nostri mezzi di comunicazione, rivendichiamo il «diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero» come recita l’art. 21 della sempre apparentemente vigente Costituzione Italiana. E ricordiamo qui che tempo fa l’osservatorio nazionale dei giornalisti, presentò un dossier denominato “Taci o ti querelo” con cui si denunciava l’abuso persecutorio, spesso da parte dei politici, dello strumento della querela per diffamazione per intimidire chi informa, non come “portavoce” dei potenti ma come “cane da guardia” della DEMOCRAZIA, della LIBERTA’ e delle VERITA’.

Siamo scomodi perché abbiamo la schiena dritta, Noi di Un Cuore in Comune.  Siamo scomodi perchè abbiamo MOLTO  da direLei, Massimo Ronchi, pensando forse di essere più furbo e “dotto“, ha querelato proprio allo scadere dei termini utili a disposizione dei nostri Consiglieri per querelarla per il suo volgare insulto “vergini stuprate(LINK).  Ma veda, caro Massimo RonchiNoi siamo migliori di lei. Quindi stia sereno, i termini li conoscevamo bene e non ha nulla per cui “gongolare“; semplicemente NON ABBIAMO VOLUTO querelarla. Perchè Noi gli Argomenti li abbiamo; ne abbiamo molti, e non saranno certo le querele a metterci il bavaglio, impaurirci e convincerci a chiudere tutto in un cassetto.

Per concludere, non possiamo che ringraziarla, caro Massimo Ronchi.
Perchè da oggi, grazie a lei, ci sentiamo ancora più forti, LEGITTIMATI, e AMATI dai nostri Concittadini.


TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E PARTECIPAZIONE: RIPARTIAMO DA QUI’

Da oggi inizieremo a scrivere alcune proposte, realistiche e fattibili, che andremo a concretizzare nel nostro programma elettorale. Certo lo faremo con grande moderazione perchè, nonostante abbiamo molte idee e progetti nel cassetto, siamo ancora nella prima fase di ascolto dei cittadini e per noi questa fase non è di sola facciata.

Iniziamo con un tema che riteniamo molto importante: la più totale trasparenza su qualsiasi atto, documento o altro che coinvolga l’amministrazione pubblica del nostro Comune. Per inciso, tutto nel massimo rispetto della privacy (ove questa prevalga su altri diritti costituzionali) o per quanto concerne dati sensibili e i minori.

Seconda cosa, che si lega a doppia mandata alla precedente, favorire la partecipazione attiva dei cittadini e delle nuove generazioni affinché si rinnovi l’interesse per la cosa pubblica, che ricordiamo essere di tutti i cittadini e non di pochi eletti o privilegiati.

Dunque una chiara svolta su trasparenza e partecipazione intervenendo da subito sopratutto su quattro punti:

  • Archivio storico on-line, accessibile a tutti, su delibere, determine, ordinanze, graduatorie, appalti, scadenze e avvisi, senza limiti di tempo di pubblicazione (come oltretutto già fatto da tempo nei comuni a noi limitrofi e non solo…);
  • Piena attuazione del D.Lgs. 97/2016 (c.d. FOIA), in particolare semplificare al massimo l’accesso agli atti del Comune, nonchè spingere per una riduzione delle tempistiche di attesa grazie anche alla realizzazione del punto precedente;
  • Comitati di Frazione, dove attraverso delle delegazioni rappresentative delle varie realtà, si andrà ad organizzare con periodica frequenza dei “faccia a faccia” tra Sindaco, Assessori e Cittadini. Tali incontri dovranno privilegiare l’ascolto e il confronto costruttivo stimolato anche attraverso figure professionali terze;
  • “Consulta” con le Associazioni, le Categorie Economiche e le realtà Parrocchiali, intesa come “tavolo rotondo” periodico (almeno una volta all’anno) dove i rappresentanti delle varie realtà interagiscano tra di loro e con l’amministrazione comunale con l’obbiettivo primario di “fare squadra” potenziando così opportunità per il nostro territorio nonchè ottimizzando risorse e persone;

Concludiamo, con l’invito di continuare a scriverci le vostre proposte ed idee all’indirizzo info@cuoreincomune.org

Grazie.

Un Cuore In Comune


SOSTIENICI!

SOCIAL

ULTIMI ARTICOLI

AL LAVORO!

BLA BLA BLA

VERGOGNA!

CERCA NEL SITO

NEWSLETTER
Rispettiamo la tua Privacy